pagina quiz 16 immagine header

Pagina quiz 16

gioca con noi e impara

Suzuki TL 1000 S

Il faro anteriore della….?

La strumentazione della….?

Ogni mese proporremo dieci nuovi quesiti inerenti il mondo della moto, relativi agli anni trattati. Le domande aumentano progressivamente di difficoltà dalla prima all’ultima. Se riuscirete a completare il test potrete andare fieri della vostra cultura motociclistica. Buon divertimento!

Questo mese parliamo di…. acronimi, sigle e dispositivi tecnici.

(Per visualizzare le risposte cliccate sul segno +)

1) Cosa significa l’acronimo EXUP ?

Indica una camera di risonanza per motori a due tempi.

ERRORE

Indica un particolare tipo di distribuzione.

ERRORE

E' una valvola per lo scarico dei motori a quattro tempi.

CORRETTO

Il significato esteso è Exaust Ultimate Power Valve e si riferiva ad una valvola posta alla fine dei collettori di scarico, prima del silenziatore. Il suo intervento, variabile col regime motore, serviva ad attenuare le fluttuazioni di pressione allo scarico consentendo di erogare maggiore potenza. E’ stata utilizzata a partire dal 1987 sulla FZR 400 R.

Yamaha schema EXUP

E' un dispositivo per incrementare la potenza dei motori a quattro tempi.

ERRORE

2) Che cos’era l’ YPVS ?

Un ammortizzatore di tipo rotativo.

ERRORE

Un dispositivo per lo scarico dei motori a due tempi.

CORRETTO

L’YPVS (Yamaha power valve system) era una valvola rotante posta all’uscita della luce di scarico. Tramite la sua rotazione era possibile variare l’altezza della luce stessa e di conseguenza il momento in cui essa veniva aperta. Questo consentiva al motore di erogare una potenza massima elevata agli alti regimi mantenendo però una buona erogazione di coppia ai regimi inferiori.

Un tipo di sospensione posteriore.

ERRORE

Un ammortizzatore di sterzo di tipo meccanico.

ERRORE

3) Che cosa identificava il termine Full-Floater ?

Era un sistema di regolazione dei semimanubri.

ERRORE

Una paratia mobile per l'aspirazione della cassa filtro aria.

ERRORE

Un particolare tipo di sospensione posteriore.

CORRETTO

Era il nome dato dalla Suzuki al suo sistema di sospensione posteriore monoammortizzatore dotato di leveraggi che ne rendevano l’azione progressiva. La sua particolarità consisteva nel fatto che l’ammortizzatore non era vincolato nè al telaio nè al forcellone ma ad articolazioni mobili.

Suzuki sospensione Full-Floater

Un dispositivo per incrementare la potenza massima del motore.

ERRORE

Ok, finora abbiamo scherzato….

4) L’acronimo TRAC a cosa si riferiva ?

Indicava un sistema di antiaffondamento per la forcella.

CORRETTO

Torque Reactive Anti-dive Control, questo il significato, era un dispositivo adottato dalla Honda su molti suoi modelli a partire dagli anni ’70. La pinza del freno anteriore era collegata alla forcella tramite un meccanismo che ne consentiva un certo grado di movimento: in questo modo durante la frenata la forza di reazione sviluppata dalla rotazione del disco veniva trasmessa al meccanismo il quale a sua volta interveniva sul registro dell’idraulica della forcella in fase di compressione. Il registro era regolabile per parzializzare l’intervento come gradito.

Honda forcella con dispositivo TRAC

Era un sistema di decompressione.

ERRORE

Indicava un dispositivo per il controllo di trazione.

ERRORE

Era un sistema per tracciare i propri viaggi.

ERRORE

5) Quale significato ha l’acronimo YICS ?

Identificava un dispositivo per ridurre i consumi nei motori a quattro tempi.

CORRETTO

Col significato esteso di Yamaha Induction Control System la casa giapponese identificò un dispositivo per il controllo dell’ammissione della miscela aria/benzina adottato sui motori a quattro tempi a partire dal 1980. Consisteva in una camera di compensazione posta alla fine dei collettori di aspirazione e prima della testata, la quale metteva in collegamento i condotti dei diversi cilindri compensandoli vicendevolmente. In questo modo al chiudersi di una valvola di aspirazione la miscela rimasta nel condotto si spostava nella camera di compensazione e da questa veniva aspirata al momentro dell’apertura della valvola in un cilindro adiacente. Con questo sistema si abbattevano i consumi e si migliorava l’erogazione della coppia.

Yamaha YICS del 1980 schema di funzionamento

Era un dispositivo anti-inquinamento.

ERRORE

Era il nome di un brevetto Yamaha per controllare la pressione dei pneumatici.

ERRORE

Indicava un particolare tipo di distribuzione per motori a quattro tempi brevettata dalla Yamaha.

ERRORE

6) Quale è stato il primo modello regolarmente in vendita dotato di motore a quattro cilindri 2 tempi ?

La Yamaha RD 500 YPVS

CORRETTO

Venne commercializzata a partire dal 1984, un anno prima della sua rivale.

Yamaha RD 500 YPVS modello 1984 vista laterale

La Suzuki RG 500 Gamma

ERRORE

Bene, ormai vi siete compromessi, molti indizi rivelano la vostra età….

7) Dopo aver imposto il quattro in linea, la Honda sviluppo lo schema tecnico basato su motorizzazioni quattro cilindri a V. Quale fu il primo modello ad adottare tale tipologia di motore ?

La VF 750 S

CORRETTO

Venne commercializzata nel 1982.

Honda VF 750 S modello 1982 vista laterale

La VF 1000 R

ERRORE

La VFR 750 F

ERRORE

La VF 400 F

ERRORE

8) Quale fu il primo modello commercializzato dalla Honda ad adottare un comando della  distribuzione a cascata di ingranaggi ?

La VFR 750 R RC 30

ERRORE

La RVF 750 R RC 45

ERRORE

La VFR 750 F

ERRORE

La VF 1000 R

CORRETTO

Fu commercializzata nel 1984

Honda VF 1000 R modello 1984 vista laterale

9) L’acronimo Power-Drive a cosa si riferiva ?

Era un dispositivo per incrementare la potenza dei motori a due tempi.

ERRORE

Era un modulo di potenza per motori a quattro tempi.

ERRORE

Era il nome della sospensione posteriore progressiva delle Gilera.

CORRETTO

Introdotta a partire dalla RC 125 Rally del 1987, sfruttava le esperienze della casa nel campionato del mondo di Motocross. Venne adotatta anche sui modelli stradali.

Gilera RC 125 Rally modello 1987 vista laterale


Era un meccanismo antesignano del navigatore GPS.

ERRORE

10) Che significato aveva l’acronimo TSCC ?

Era il nome di una turbina sviluppata per i motori a due tempi.

ERRORE

Indicava una particolare tecnologia per la conformazione della camera di scoppio dei motori a quattro tempi.

CORRETTO

Twin Swirl Combustion Chamber, questo il significato esteso, era una tecnologia adottata dalla Suzuki nei suoi primi motori a quattro tempi dotati di testata a quattro valvole per cilindro. La particolare conformazione della testata, ideata dall’italiano Vincenzo Piatti, produceva un doppio vortice nella miscela di aria e benzina aspirata e permetteva una migliore combustione, incrementando potenza e coppia del motore e riducendo i consumi.

Suzuki testata TSCC

Era un dispositivo per ridurre i consumi nei motori a quattro tempi.

ERRORE

Indicava un dispositivo per incrementare la coppia dei motori a quattro tempi.

ERRORE

Complimenti!  Ti meriti tutta la nostra stima, sei un vero esperto e la tua passione è incrollabile! Arrivederci al prossimo test! 

Vuoi divertirti ancora? Segui il link !